Forbes incorona la cucina dell’Emilia Romagna

In vista dei pranzi e dei cenoni delle feste non potevamo non condividere con voi l’articolo di Forbes che ha nominato la cucina emiliano romagnola come la migliore al mondo.

Se chiedete a un italiano dove si trova il cibo migliore, quasi sempre la riposta sarà “da mia madre”. Ma se si parla di regioni la risposta più probabile sarà “In Emilia- Romagna”, la fantastica regione del centro-nord che si trova nella fertile valle del Po”. Queste sono le parole dell’ inviato di Forbes David Rosengarten, che ha anche redatto un elenco dei ristoranti da non perdere: si va dall’Europa 92 di Modena, passando per Il Cappero alle Mura e Zoello Ristorante di Castelvetro di Modena, fino a Trattoria dai Muganaie Ponterosso, entrambi a Monteveglio, Bologna: veri e propri consigli per gli acquisti per miliardari.

«Quando si cerca di spiegare il fenomeno solitamente si indica lo straordinario numero di prodotti e piatti della regione tra i quali il Parmigiano Reggiano, l’aceto balsamico, il prosciutto di Parma, i tortellini e molto altro. Tuttavia – prosegue il mensile americano – dopo un recente viaggio in questo paradiso gastronomico, la sensazione è che non sia solo un gruppo specifico di prodotti a contribuire alla reputazione gastronomica della regione. Anche in Emilia-Romagna, come ovunque c’è la cucina creativa: hanno un ristorante stellato Michelin di cucina molecolare, l’Osteria Francescana. Ma sul menù ci sono le tagliatelle alla bolognese».

Il Lambrusco- Shire:
David Rosengarten continua «Guardando alla cucina creativa dell’Emilia-Romagna si scopre che molti piatti si basano sull’anima gastronomica della regione. La potente connessione degli chef con la loro patria non può essere abbandonata. Chi si reca in Emilia- Romagna di solito si concentra sulle Grandi 5, le città che, come gioielli di un diadema, si trovano lunga l’autostrada principale. Partendo da nord-ovest si trovano Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna, la Grassa, con i suoi ristoranti e le sue simpatie comuniste. Tuttavia il mio viaggio è stato diverso, sono partito dal cuore della regione vinicola, dove si produce il vino perfetto per accompagnare questo tipo di cucina, il Lambrusco. La regione del Lambrusco – conclude il giornalista americano – è una delle ambientazioni rustiche più belle d’Italia, sembra perduta nel tempo, ed è forse il posto migliore per scoprire l’incredibile cibo dell’Emilia-Romagna».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>