SkyCycle, la pista ciclabile sopraelevata

A Londra, dal 2000 al 2010, il numero dei ciclisti è cresciuto in maniera esponenziale e, di conseguenza, sono raddoppiati i problemi connessi al tema della sicurezza stradale e del traffico sulle due ruote. La risposta a tali problemi è arrivata dallo studio di Exterior Architecture, Foster&Partners e Space Syntax, sebbene si tratti ancora solo di un progetto, ma con la P maiuscola. Nonostante Londra sia una grande città, sono proprio i ciclisti, che ogni giorno sono costretti a spostarsi per motivi lavorativi, a soffrire di più la mancanza di spazi “sul terreno”. SkyCycle potrebbe così diventare la nuova pista ciclabile sopraelevata che collegherebbe le varie stazioni metropolitane.

 

Lunga quasi 220 km, a cui vi si potrebbe accedere da ben 200 ingressi, costituita da strutture tubolari in vetro, SkyCycle consentirebbe lo spostamento di circa 12 mila ciclisti all’ora e potrebbe migliorare i tempi di percorrenza fino a 29 minuti, secondo i progettisti. L’accesso alla pista sarà molto conveniente, meno di una sterlina e, secondo il sindaco della città, dovrebbe incentivare i cittadini all’uso del mezzo verde in un’ottica di miglioramento sia delle condizioni del traffico che dei livelli di smog. Molti gli sponsor che vogliono prendere parte al progetto e che potrebbero diminuire, in maniera consistente, il problema della cifra a sette zeri per la realizzazione del progetto. L’idea di SkyCycle nasce dalla passione di Lord Foster per il ciclismo e spera che la sua idea possa prendere piedi anche in altre città, come ad esempio Parigi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>