Berberè light pizza and food

Il progetto di “Berberè light pizza and food” viene intrapreso a fine estate 2010, quando un gruppo di amici, accomunati dalla passione per il buon cibo decidono di scommettere sull’intraprendenza di due giovani talenti: uno chef blogger e un pizzaiolo “chimico” uniti dalla passione per la sperimentazione.

L’idea era quella di dar vita ad un locale che offrisse un approccio slow al cibo e alla pizza, puntando su ricette innovative e alta qualità dei prodotti, proposti in una cornice informale con un’atmosfera “glocal”. La sfida stava nel proporre questo tipo di offerta nel nuovo centro commerciale di Castel Maggiore, alla periferia di Bologna, cornice non proprio consona ad un approccio slow al cibo.
Il team di partenza composto da investitori, creativi del cibo e dall’agenzia di comunicazione di Bologna Comunicattive, necessitava di uno “stregone” che miscelasse i giusti ingredienti per dar vita alla ricetta.

L’ambiente in cui si doveva operare era una scatola vuota, con un unico affaccio, inserita in un prefabbricato in cemento.
La sala ristorante doveva funzionare come una platea, da cui poter assistere alla preparazione del cibo in tutte le sue fasi; a tale scopo la parete di fondo della sala è stata realizzata con una grande vetrata con profili in ferro ossidato e il forno a legna e la cucina coabitano nello stesso ambiente.

Gli arredi dovevano essere fortemente caratterizzanti e scenografici, senza scadere in virtuosismi di design: l’immagine di questi doveva essere armoniosa e trasmettere concretezza e solidità; sono stati quindi utilizzati in prevalenza ferro ossidato e legno verniciato con tinte all’acqua.
Le sedie Seven di Arne Jacobsen e i tavoli Tulip di Eero Saarinen sono citazioni del design classico scandinavo, che donano eleganza e stile, ma con la nota ironica del multicolor. La zona lunge è arredata con diversi imbottiti realizzati ad hoc, riprendendo linee e stile di arredi anni ’50 e ’60.
La scenografia del locale si completa con le due pareti rivestite con mattoni fatti a mano e con la grande opera a parete realizzata dal duo bolognese To Let.

Progetto: 2010
Realizzazione: 2010
Luogo: Castel Maggiore (Bo)

Enrico Gaudenzi architetto
Studio AtelierTerritorio
Via Sant’Alberto, 19
48123 Ravenna
0544 219505
info@atelierterritorio.com
www.atelierterritorio.com

Comments are closed.